inQuota
^
Valori e natura rappresentano uno stimolo crescente per chi sente il bisogno di ricercare “se stesso” anche in vacanza e nel tempo libero.

Il Festival “Lo spirito e la terra” vuole essere una risposta creativa a disposizione di viaggiatori, viandanti e residenti; uno strumento di conoscenza di un territorio segnato, nel profondo, dalla relazione tra spiritualità e natura.

A Fabriano - capitale ideale del microcosmo appenninico – confluiscono e s’intrecciano i percorsi mistici ed esistenziali di santi come Romualdo, Francesco e Silvestro, richiamati in queste terre da una natura capace di farsi “confine del cielo”. In nessun angolo del mondo ci sono così tanti eremi e abbazie come in questo lembo di terra d’Appennino. Segni di una "specialità" che si è fatta Triangolo dello Spirito, perimetro di appena qualche chilometro che ha visto nascere tre ordini religiosi (Camaldolesi, Silvestrini e Cappuccini ), cui ha fatto da sfondo una natura impreziosita da borghi e città ricche di opere d'arte e da una narrazione pittorica che unisce l’umanesimo giottesco al prezioso crepuscolo gotico di Gentile da Fabriano.

Questo Festival si ispira, quindi, ad antichi valori da declinare nella modernità del nostro quotidiano, rinnovando e replicando la "magia" che, tramite Romualdo e Silvestro, sigilla l’incontro tra l’esperienza monacale di San Benedetto con la socialità mistica e urbana di San Francesco, che forse, proprio a Fabriano ebbe modo di vivificare quell’humus e quel sedimento spirituale che si declinò in una sintesi eccelsa attraverso la redazione dei Fioretti.

Due settimane in cammino, esperienze e percorsi del corpo, dell’anima e della mente per sedimentare, nelle nostre vite, la memoria di una terra plasmata per stupire.
Passaporto
Per i viaggiatori ogni timbro sul passaporto richiama anche a distanza di tempo un ricordo e un'esperienza. Abbiamo voluto offrire a chi incontrerà le proposte del Festival, la stessa possibilità di collegare un timbro ad un ricordo e al telegrafico annotare di un pensiero. È un diario con le emozioni, che offre anche la possibilità di confrontare e valutare le degustazioni dei nostri verdicchi da meditazione.

Potete ottenere il vostro passaporto personale chiedendo all'info-point o all'appuntamento Parole&Verdicchio, alle ore 18:45 ogni giorno ai Giardini del Poio.

Portate con voi il passaporto a tutte le manifestazioni a cui parteciperete (trekking, yoga, mostre, concerti...) e chiedete all'organizzazione di timbrarlo con il riconoscimento specifico di ogni attività.